Archivio | Uncategorized RSS feed for this section

Prologo

19 Ago

Perché un blog per un viaggio di quattro giorni/tre notti e per giunta postumo (fatto dopo la fine del viaggio stesso)? Ci piacerebbe saperlo, chiediamolo a Tiziana.

Programma di viaggio piuttosto intenso. Giacomo, il Furio della situazione, ha pianificato:

Day One
9:10 Treviso
10:45 Charleroi: ritiro auto e partenza verso Gent (110 km)
sera Brugge (55 km)

Day Two
mattino Brugge
pomeriggio Oostende (31 km) e ritorno a Brugge

Day Three
Anversa (121 km)

Day Four
Leuven (66 km)
Charleroi (89 km)
19:45 – 21:00 Treviso

Da brava Magda della situazione rispondo: non ce la posso fare.
Mi porto la pappa reale per reggere il ritmo.

Mi piacerebbe: vedere il supermuseo di Anversa (visto che Bruxelles non è contemplata), fare a gara con Giacomo – e vincere! – sui carri a vela (sailing  kart) lungo il litorale, fare il bagno nell’oceano (dopo il calar del sole).
Non mi piacerebbe: morire d’inedia*, scannare Giacomo** (per divergenze di opinione, non per fame)
* Vado nutrita non abbondantemente ma con una certa frequenza, ovvero 5 pasti al giorno (MAI di meno) e annaffiata ogni volta che le foglie mi perdono lucentezza e vigore. (Audrey II)
N.B. Il solo bagaglio a mano mi ha impedito di portare con me scorte alimentari (ho solo 4 pacchetti di cracker): sono preoccupata.

**Non sono abituata a viaggiare con qualcuno, c’è il concreto pericolo che e sbotti e il povero Giacomo potrebbe lasciarci le penne: sono preoccupata.

Ma vogliamo soffermarci su questi  cavoletti nello sfondo? Quanto belli sono? Cavoletti di Bruxelles. Ma a Bruxelles non ci andiamo.

 

Annunci

1 Ago

mi vedo!
Ok, allora si comincia.
Fammi lisciare ben bene la paginetta del quaderno degli appunti, temperare la matita, umettarne la punta sulla lingua…
E non ce ne sarà per nessuno, soprattutto per te, Giacomo.

prova123prova

1 Ago

non so come funziona un blog… faccio una prova, vediamo se mi vedo